Image default
Anziani Per

Casa Di Riposo Per Anziani

Le case di riposo sono strutture di assistenza socio-sanitaria in grado di accogliere persone anziane, sia autosufficienti che non, che non possono venire seguite in ambiente famigliare.
Questa attività è offerta dal servizio sanitario nazionale allo scopo di garantire una continuità assistenziale ad individui bisognosi.

Come fare la domanda per casa di riposo

documenti necessari per fare domanda presso una casa di riposo sono i seguenti:

– certificato stilato dal medico di famiglia sullo stato di salute dell’anziano;
– documentazione ISEE, da allegare all’eventuale denuncia dei redditi;
– certificazione di invalidità;
– scheda sanitaria che comprovi il grado di autosufficienza;
– eventuali esenzioni;
– carta di identità valida.

Tutta questa documentazione deve essere presentata presso l‘Ufficio di Valutazione Geriatrica USL, allegando il nominativo della struttura prescelta.
Le tempistiche di attesa per la risposta sono piuttosto lunghe in relazione alla mole di domande presentate, che spesso prevedono l’istituzione di una graduatoria.

SERVE DELLA DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER ENTRARE IN CASA DI RIPOSO

Domanda fatta da parte di strutture pubbliche

A volte accade che la domanda non venga compilata dai famigliari ma da una struttura pubblica, come dall’ospedale al momento della dimissione dell’anziano dopo un periodo di ricovero.

Tale situazione si verifica quando le condizioni di salute del paziente non sono compatibili con la vita domestica, in quanto richiedono un’assistenza continuativa e prolungata, in particolare per patologie di carattere neurodegenerativo (demenza senile, morbo di Alzheimer).

La domanda per la casa di cura può essere fatta anche dal CAD (Centro di Assistenza Domiciliare) tramite una commissione che ha la facoltà di decidere l’accoglienza dell’anziano presso la casa di riposo.

Casi particolari:

Può succedere che il paziente non desideri entrare in una casa di riposo, sia per incapacità di intendere sia perché non accetta il fatto di allontanarsi dalla propria abitazione.

Mentre nel primo caso la famiglia può imporsi per il ricovero indipendentemente dalla volontà dell’anziano, nel secondo caso è consigliabile cercare soluzioni alternative per non violentare la sua psiche.

Nei casi più gravi si può optare per l’interdizione, realizzabile tramite presentazione di perizie sanitarie che solitamente vengono richieste dal magistrato.

Dopo avere analizzato tutta la documentazione, l’autorità competente nomina un tutore del paziente, autorizzato a prendere decisioni in sua vece; in questo caso il ricovero in una casa di riposo può avvenire anche contro la volontà del paziente.

Qualora l’anziano sia autosufficiente, le procedure sono più agevoli in quanto non è indispensabile un’assistenza continuativa.
In tale situazione è possibile rivolgersi direttamente alla casa di riposo, che abbia la disponibilità di accoglienza.

Post Correlati

5 attività per anziani per passare il tempo in allegria

Federico Pesce

Assistenza Per Anziani

Redazione

Qual è il vaccino consigliato per le persone anziane?

Federico Pesce