Image default
Anziani Con

Anziani Con La Gobba

Una delle malattie più diffuse nell’età adulta e che si manifesta soprattutto negli anziani è la cifosi, una curvatura innaturale della schiena che può provocare dolore, rigidità e indolenzimento.
Quali sono le cause principali della cifosi negli anziani e come si può correggere?

Anziani con la gobba: le principali cause

La cifosi dorsale negli anziani si manifesta solitamente con una curvatura in avanti della schiena, per questo viene anche definita gobba, per la strana posizione che il soggetto assume se ne è affetto.

Esistono diversi tipi di cifosi, quella che nella maggior parte dei casi si presenta in età avanzata viene chiamata anche cifosi posturale, visto che la principale causa di tale curvatura innaturale della schiena è una postura scorretta che si protrae negli anni.

Una postura scorretta quando si sta seduti o quando si svolgono le normali attività quotidiane, con il passare degli anni può determinare l’insorgenza della gobba.

Visto che dipende tutto da una postura sbagliata, è possibile correggere la cifosi posturale negli anziani effettuando alcuni esercizi mirati.

 

Come correggere la cifosi negli anziani

Per evitare che la cifosi si aggravi è fondamentale assumere una posizione corretta mentre si riposa: dormire in posizione supina, per consentire ai muscoli della schiena di distendersi e di seguire le curve naturali del corpo, invece quando si sta seduti è opportuno mantenere la schiena dritta ed evitare di curvarsi in avanti.

Oltre ad adottare una postura corretta, per migliorare o addirittura correggere la gobba negli anziani è necessario eseguire degli esercizi specifici almeno una volta al giorno.

Uno degli esercizi più indicati per distendere la colonna vertebrale e riattivare i muscoli è “l’angelo sul pavimento”: sdraiatevi su un tappetino da yoga e distendete le braccia verso l’alto, avendo cura di tenere fermo la parte inferiore del corpo; mentre respirate a ritmi regolari eseguite dei piccoli movimenti verso o il basso con le braccia. In alternativa, potete anche eseguire diversi esercizi di stretching che coinvolgono i muscoli della schiena e vi aiutano a ridurre l’indolenzimento e la rigidità.

L’esercizio chiamato “posizione del gatto” è molto semplice da eseguire anche per gli anziani: mettetevi a quattro zampe, in modo tale che le ginocchia abbiano la stessa larghezza dei fianchi, mentre le braccia devono essere dritte e perpendicolari alle spalle, verificate che il peso sia distribuito in maniera uniforme e che le mani siano ben ancorate a terra, poi abbassa la testa e contemporaneamente inarca la schiena verso l’alto, mantieni la posizione per qualche secondo e in seguito abbassa la schiena verso il basso e la testa in alto.

Se non si adotta una postura corretta e non si eseguono gli esercizi sopraindicati, la cifosi può peggiorare e determinare alcuni sintomi: dolore, irrigidimento e curvatura della schiena (gobba) e indolenzimento generalizzato.

Post Correlati

Anziani con d-dimero alto: quando preoccuparsi

Redazione

Anziani e Flebite alla gamba, cosa fare?

AnzianiCon

Anziani con problemi di pressione a 80 anni, cause e rimedi

AnzianiCon

Leave a Comment