Image default
Anziani A

Anziani A Carico

Sempre più persone anziane trascorrono gli ultimi anni di vita all’interno di RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale).
La domanda sorge, quindi, spontanea: chi deve farsi carico dei costi spesso ingenti?

Le spese inerenti forniture e interventi sanitari sono completamente rimborsate dal Sistema Sanitario Nazionale, mentre i servizi correlati a vitto e alloggio sono a carico dell’ospite della struttura.

I costi vengono, invece, sostenuti dal comune di appartenenza nel caso in cui il soggetto non possa saldare le spese e non abbia parenti prossimi.

Cerchiamo, quindi, di capire meglio quando devono intervenire i congiunti o lo Stato.

Anziani a carico e il ruolo dei parenti

Gli anziani che si trasferiscono, per motivi di diversa natura, all’interno di una struttura protetta devono molto spesso vendere alcune proprietà al fine di potersi garantire una sistemazione dignitosa.

Il soggetto che non ha alcuna disponibilità economica deve, invece, rivolgersi ai propri congiunti che sono tenuti (secondo quanto stabilito dalla legge) a intervenire fino al quarto grado di parentela.

Anziani a carico e rimborso da parte dello Stato

Gli anziani e le persone con gravi disabilità, privi di mezzi di sostentamento e senza parenti prossimi, vengono aiutati dallo Stato che usufruisce dei contributi della RSA.

Le persone con invalidità pari al 100% vengono, invece, assistite interamente dallo Stato (il diretto interessato e i familiari sono, quindi, completamente esentati dai pagamenti).

Vi sono, infine, alcuni casi particolari per i soggetti affetti dal Morbo di Alzheimer: il paziente e la sua famiglia non sono tenuti a versare alcuna quota per la retta della struttura protetta: l’intera spesa viene difatti sostenuta, secondo quanto stabilito, dal Sistema Sanitario Nazionale.

Anziani a carico e il ruolo dell’Isee

L’analisi dell’Isee è fondamentale per poter stabilire, in modo preciso, la misura in cui il cittadino ha diritto a ricevere i rimborsi per le spese sostenute all’interno della struttura protetta.

Le modifiche apportate in materia hanno, però, creato malcontento tra la maggior parte degli assistiti che hanno così presentato (e vinto nella maggior parte dei casi) ricorso: l’attuale Isee inserisce, difatti, nel reddito del singolo cittadino pensione di invalidità e proprietà immobiliari e questo non consente a tutti di avere accesso ai rimborsi tanto desiderati.

L’intervento dello Stato non è, fino a oggi, stato chiaro e ciò si ripercuote negativamente sugli anziani e i propri congiunti.

Post Correlati

Anziani A Casa Propria

Redazione

Anziani a casa propria, consigli su cosa fare!

AnzianiCon

Anziani Costretti a Letto

AnzianiCon

Leave a Comment